1999: Shi Fu Stefano Dalla Vecchia riceve il saio nero

Il maestro Dalla Vecchia Stefano segue lo stile di KUNG FU Shaolin dal 1990 studiando direttamente dai monaci Shaolin, nel 1999 però oltre al normale allenamento, normale per modo di dire poiché gli allenamenti con i monaci sono durissimi, c'è stata una piacevole sorpresa. Stavamo rientrando da una passeggiata lungo la via dei negozi di Shaolin, quando SHI DE YUEN Monaco Shaolin della 31° generazione direttore dell'Istituto di Shaolin ci disse di aspettare. Dopo dieci minuti ritornò indicandoci di seguirlo e ci portò nel piazzale sinistro dell'Istituto di Shaolin.

Appena scesi i scalini ci trovammo di fronte ad uno spettacolo unico: avevamo ai lati disposti in riga circa una settantina di giovani monaci dai 6 ai 20 anni, disposti perfettamente dal più piccolo al più alto e tutti in posizione di saluto a mani unite. Al nostro passaggio salutarono con la frase che usano i monaci buddisti: "HO-MI-TO-FO". Ci prese un brivido inspiegabile. Di fronte a noi cera una tavolata imbandita di frutti vari e bevande dove ci sedemmo, poi SHI DE YUEN prese il microfono e cominciò a parlare e subito dopo l'interprete tradusse: "dopo diversi anni di amicizia, collaborazione e stima reciproca e per aver dato un grande sviluppo al Kung Fu di Shaolin in Italia è venuto il momento di dare al Maestro Dalla Vecchia Stefano un riconoscimento consegnandogli il saio nero e il rosario da monaco Shaolin".

Il maestro commosso indossò subito l'alta uniforme ringraziando per l'inaspettato regalo. Poi tutto diventò festoso, cominciarono canti sia cinesi che italiani e subito dopo i monaci si misero a eseguire forme e salti acrobatici spettacolari.
Alla fine ci furono i saluti e stringendo le mani a tutti i monaci ci fu una generica commozione.

2001: Viaggio a Shaolin, China Festival di Shaolin